La Parola di Dio

Risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina

Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina”.

Inizia il tempo dell’AVVENTO e in questa prima Domenica è l’evangelista Luca che viene a portarci il messaggio di Gesù (21,25-28. 34-36).

Il linguaggio non è semplice: si parla di disastri, di angoscia e paura … Perché questo modo di parlare? Perché Gesù, anziché dare speranza, mette ansia? Aspettiamo a dire così, andiamo piuttosto avanti nella lettura del brano e troveremo: “Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina”. Le figure letterarie che parlavano di eventi catastrofici sono usate per farci capire da che cosa veniamo liberati: il Signore viene a liberarci da ogni forma di male e per questo dobbiamo essere forti e costanti nell’attesa. Anche la mamma soffre le doglie del parto, ma di lì a poco viene alla luce una vita! Questo è lo spirito dell’Avvento.

Poi ci vengono dati dei consigli pratici, che faremo bene a considerare seriamente: “State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita”. Infatti è sempre in agguato il rischio che, distratti dalle tante cose secondarie, non sappiamo cogliere l’essenziale perdendo occasioni di crescita, di cui la vita è ricca.

Non dimentichiamo che anche una vita onesta (come quella di tanti cristiani), ma disattenta e dispersa in troppe faccende di poco conto, può alla fine riuscire vuota!

Ecco allora l’ultimo invito: “Vegliate in ogni momento pregando!”.

Buon cammino di Avvento. Don Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *