Madonna del Sole

Canti Mariani per la Madonna del Sole ed i due Giovanni, Sabato 23 Giugno 2018

Un’altra serata di canti mariani nel Duomo di San Martino in onore della Madonna del Sole.

Tre sono stati i cori che hanno reso onore a Maria:  la Schola Cantorum “San Martino” del Duomo di Pietrasanta, il coro di voci bianche “I cantori di Burlamacco” ed il Coro “Versilia” di Capezzano Monte.

Susanna Altemura ed Elena Ceragioli hanno diretto ed accompagnato i primi due cori, Lino Viviani il Coro “ Versilia”.

Un programma estremamente impegnativo e variegato ha coinvolto i numerosissimi fedeli, commossi ed incantati soprattutto dai canti delle voci bianche, eseguiti  dai piccoli cantori con intensa, ingenua concentrazione.

Il coro del Duomo ha interpretato quattro canti, fra i quali una composizione di Monsignor Stefano D’Atri, “Pietrasanta a te s’inchina”, quanto al coro “ Versilia”  particolarmente avvincente è stata l’esecuzione di “Gerusalemme”.

Il canto corale richiama anche un dettaglio dell’immagine della Madonna del Sole: la melagrana che la Madonna tiene nella mano destra.

Le voci si fondono in un unicum nel canto come i grani si stringono nel frutto che ha molteplici significati: di unione, di regalità per la coroncina che lo sormonta, di fecondità e prosperità, di legame fra il mondo dei vivi e  quello dei morti.

Corre oggi la festa di San Giovanni Battista, rappresentato alla sinistra di Gesù con la veste di peli di cammello ed il cartiglio con la scritta “Ecce Agnus Dei qui tollis…”A destra della Madonna è raffigurato Giovanni Evangelista.

La compresenza dei due Giovanni viene spiegata dallo storico Vincenzo Santini con l’essere stato il quadro eseguito quando Pietrasanta era sempre posta sotto la Parrocchia di San Giovanni Battista di Valdicastello, Massa di Versilia.

Il ragionamento del Santini muove dalla necessità di abbinare il culto di Maria e quello del Santo Protettore. Andando oltre il giudizio del Santini, e rifacendoci ai Vangeli, appare evidente come i due Giovanni siano strettamente legati alla figura della Madonna come madre di Dio.

I riferimenti evangelici spiegano l’importanza dei due Giovanni nella vicenda mariana.

Luca (I-41, 42) riferisce “Come udì il saluto di Maria, ad Elisabetta esultò nel seno il bambino (Giovanni il Battista) ed essa  fu ripiena di Spirito Santo. In Giovanni (XIX- 25, 26, 27) si legge: “ Presso la croce di Gesù stavano sua madre e la sorella di lei, Maria di Clopa e Maria di Magdala. Vedendo la madre, e accanto a lei il discepolo che egli amava (Giovanni l’Evangelista), Gesù disse  a sua madre Donna, ecco tuo figlio. Poi disse al discepolo: Ecco tua madre. E da quel momento il discepolo la ricevette in sé.”

Anna Guidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *