Nuovo Organo a canne

La Collegiata di San Martino ha deliberato la nuova costruzione di un organo a canne che è andata a sostituire il vecchio, non più riutilizzabile e destinato alla demolizione.

L’organo è a trasmissione elettronica e collocato in tre corpi, sulla tribuna esistente, dietro l’altare maggiore e all’interno dell’altare a destra del presbiterio.

La consolle con pedana su ruote è posta in navata nei pressi dell’organo “corale”.

Il corpo corrispondente al “corale” è collocato nel vano sotto l’altare nel transetto di destra in modo da sostenere il canto del coro, mentre il resto del Positivo dietro l’altare maggiore su una pedana munita di ruote.

Il mobile esterno del corpo principale in tribuna è costruito in massello e pannellature listellare di rovere e finemente verniciato.

Un prospetto di canne in stagno corrispondenti ai registri Principale 16, 8′ e Basso 8′ completa lo strumento.

La consolle è allacciata al nuovo all’organo con sistema monocavo per permetterne un facile spostamento ed un pratico collegamento con il corpo d’organo.

Inoltre ha:

  • un mobile finemente lucidato “satinato” con coperchio a saracinesca.
  • una pedaliera concavo-radiale.
  • la registrazione con pomoli e placchette a bilico razionalmente disposti.
  • n. 8 combinazioni aggiustabili multiple (8×999) con selettore.
  • Traspositore di tonalità (-4+3)
  • Illuminazione leggio e pedaliera.

I somieri dei manuali sono del tipo elettromeccanico a canale per tasto con registri a stecca, costruiti in legno di mogano e betulla con impellature in pelle d’agnello e punte e guide in ottone. Quelli del pedale e delle derivazioni sono del tipo a valvola.

Le trasmissioni elettriche, come le combinazioni aggiustabili, sono composte da collaudatissime apparecchiature elettroniche a schede intercambiabili (Eltec).

I mantici, con pressioni differenziate per manuali e pedale, sono del tipo a “lanterna” e schwimmers. Valvole selettive regolano il flusso d’aria. Elettroventilatori silenziosi e a basso consumo di energia alimentano lo strumento.

La cassa espressiva , con griglie di espressione verticali rotanti su perni, è costruita di adeguato spessore, con aperture sufficienti a far sfogare le sonorità. Un apparecchio elettromeccanico trasmette il movimento della rispettiva staffa di comando della consolle.

Le canne sono realizzate su diagrammi di misure proporzionate all’acustica dell’ambiente. Le canne di legno sono costruite con selezionatissimo legno di abete rigatino della Val di Fiemme, particolarmente risonante, mentre quelle di metallo in lega di stagno variabile tra il 30 e l’85%.

L’intonazione è personalizzata ed eseguita sul posto in base all’acustica dell’ambiente. L’accordatura è eseguita in ‘tondo’ per le canne dal 1′ in avanti e a riccio per le altre.

L’esecuzione dell’opera è avvenuta nei laboratori CHICHI sas con sede a Cerreto Guidi (FI), usando materiali di prima qualità e legnami scelti. Lo strumento è stato montato in fabbrica, collaudato, smontato, imballato e rimontato sul posto.

Se vuoi visionare il documento completo del organo con tutte le sue caratteristiche tecniche puoi  scaricalo da qui .