La Parola di Dio

Ma che significa convertirsi?

Ma che significa convertirsi? Significa proprio cambiare strada, tornare indietro. Convertire il nostro sguardo su ciò che accade vuol dire cambiare modo di valutare le cose per indirizzare sempre di più le nostre vedute verso lo sguardo di Dio.

Ancora l’evangelista Luca ci accompagna in questo cammino di Quaresima ed oggi ci presenta un brano che possiamo dividere in due parti: la prima è un appello alla conversione (13,1-5) e la seconda la piccola parabola del fico sterile (13, 6-9) e il motivo che le unisce è proprio il tema della conversione.

Mentre Gesù sta parlando, qualcuno lo mette al corrente di una notizia sconvolgente: un gruppo di giudei sono stati massacrati da Pilato mentre stavano compiendo i sacrifici rituali. Nel ricordo di tutti è ancora viva un’altra disgrazia: diciotto operai che lavoravano per il tempio sono stati seppelliti sotto il crollo di una torre.

La gente ragionava così: se Dio li ha castigati, vuol dire che essi erano peccatori!

Gesù fa capire che non è vero questo modo di ragionare: quegli uomini colpiti da disgrazie non erano peggiori degli altri. E poi il giudizio di Dio non è solo nei loro confronti ma è per tutti, prima di tutto per se stessi.

La parabola del fico sterile, pur nella sua brevità, ci offre motivi di riflessione: Israele innanzitutto è un popolo ingrato, come una pianta sterile; Dio invece è paziente e misericordioso, non vuole tagliare subito la pianta infruttuosa ma sa attendere momenti migliori. Però questo prolungarsi del tempo può indurre molti a pensare che in fondo in fondo il giudizio di Dio sia inesistente, mentre l’evangelista fa capire come il tempo che si prolunga non è altro che segno di misericordia, dono che ci è offerto per darci ulteriori occasioni di ravvedimento. Comprendiamo bene che il tempo che il Signore allunga per noi non deve giustificare ritardi o indifferenza piuttosto alimentare responsabilità, impegno e vigilanza.

Ma che significa convertirsi? Significa proprio cambiare strada, tornare indietro. Convertire il nostro sguardo su ciò che accade vuol dire cambiare modo di valutare le cose per indirizzare sempre di più le nostre vedute verso lo sguardo di Dio.

E’ questione di vita o di morte, Gesù infatti ammonisce: “Se non vi convertite perirete tutti!”.

Buona Domenica. Don Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *