La Parola di Dio

Amare Dio con tutto il tuo cuore e amare il prossimo come se stessi!

Amare Dio con tutto il tuo cuore e amare il prossimo come se stessi! Apparentemente Gesù non aggiunge nulla di nuovo: questi due precetti sono già scritti nel Libro. La novità sta nel fatto che le due parole fanno insieme una sola parola: Amore.

Il brano del Vangelo che oggi ci è proposto ci porta al cuore del messaggio di Gesù: ci parla dell’Amore (Mc 12, 28b-34).

Uno scriba domanda a Gesù quale sia il primo comandamento. La risposta di Gesù, come al solito, spiazza e va oltre: non cita nessuna delle dieci parole, ma colloca al cuore del Vangelo la stessa cosa che sta nel cuore della vita: “Amerai …!” E lo dice proprio così, col verbo al futuro, come per un viaggio che non finisce mai, un cammino continuo che è desiderio, attesa e profezia di felicità per ognuno.

Amare Dio con tutto il tuo cuore e amare il prossimo come se stessi! Apparentemente Gesù non aggiunge nulla di nuovo: questi due precetti sono già scritti nel Libro. La novità sta nel fatto che le due parole fanno insieme una sola parola: Amore.  Avere separato i due precetti è avere separato l’amore, e qui è l’origine dei nostri mali, dei fondamentalismi, di tutte le arroganze e presunzioni, del triste individualismo. Dividere l’Amore genera squilibri, è nella capacità di mantenere uniti “i due amori” la misura della vera fede e della genialità cristiana. Chi ama Dio e si estranea dagli uomini, come anche chi ama l’uomo ma non fa riferimento a Dio, vive zoppicando.

L’amore poi non si vive a parole ma con i fatti, per questo dovremmo imparare a parlare meno e compiere azioni di amore vero, verso tutti, proprio tutti!

Nei confronti di Dio ciascuno è a conoscenza di se stesso ma se pecchiamo verso il prossimo noi coinvolgiamo i nostri fratelli: basta pensare alle mancanze che facciamo con le persone che ci sono più vicine, in casa nostra, nel lavoro, nelle relazioni con gli altri: egoismo, mormorazioni, giudizi, critiche…

Non è sufficiente allora la preghiera, la Messa, la Comunione… a tutto questo ci vuole un seguito. La preghiera e la Messa sono strumenti necessari per crescere nell’amore, nell’amore pieno, quello che parte da Dio e raggiunge i nostri fratelli, passando attraverso il nostro cuore.

Buona Domenica. Don Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *