La Parola di Dio

Come volete che gli uomini facciamo a voi, così anche voi fate a loro!

Sentiamo su di noi le parole di Gesù: “Come … Così”. “Come volete che gli uomini facciano a voi, così anche voi fate a loro!”.

Dopo avere considerato le beatitudini Domenica scorsa, oggi la liturgia ci presenta una Parola che arriva in fondo al nostro cuore, se la accogliamo così come Gesù ce le offre: si tratta della grandezza dell’amore (Lc 6,27-38).

Siccome non si può amare a momenti, a intervalli o regolandoci secondo preferenze, Gesù ci ricorda che chi ama deve amare. Tutti tutti?, Sì tutti tutti, perfino i nemici; perché o si si ama o non si ama!

Voglio bene a chi mi ama? Bene! Perdono chi mi perdona? Magnifico! Presto a chi mi restituirà? Splendido! Ma cosa c’è di straordinario in tutto questo? Lo fanno tutti. Lo fa un buon musulmano e un buon ateo. Ma il cristianesimo si può ridurre a buona educazione? E Gesù è venuto per dirci di essere educati e buoni cittadini? Sì, spesso non si vede che siamo discepoli del Signore perché non facciamo niente che ci diversifica dagli altri. Il Signore chiede di essere discepoli, come lui, fino in fondo: lui ha amato i nemici!

Queste parole sembrano più un romanzo di fantascienza che proposte per un mondo reale, eppure pur non riuscendo a viverle sentiamo il bisogno di ascoltarle perché infondono un senso di speranza. Abbiamo bisogno di credere che sia possibile un mondo nuovo dove non siano più vendetta, odio ed egoismo!

Allora: qualcosa posso fare anch’io? Certamente, e se rendo attento il mio sguardo vedo già i segni del mondo nuovo che avanza: cristiani anonimi che sanno pazientemente amare, sperare e ragionare secondo la logica del Vangelo; famiglie che si aprono ad accogliere creature senza nessuno;  giovani scout che dedicano le loro vacanze al volontariato in Africa o a guidare le carrozzine coi malati a Lourdes; la ragazza che ha scelto di far nascere il suo bambino contro il parere di tutti; il dirigente che contesta, a suo rischio, la condotta troppo aggressiva della propria azienda ….

Se ci spogliamo di tanti pregiudizi, se smettiamo di fare tante chiacchiere inutili, vedremo uomini e donne fragili compiere prodigi, vedremo spazi di nuova umanità crescere sul ceppo invecchiato della nostra fede abitudinaria.

Sentiamo su di noi le parole di Gesù: “Come … Così”. “Come volete che gli uomini facciano a voi, così anche voi fate a loro!”.

Buona Domenica. Don Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *