La Parola di Dio

Epifania del Signore

Questa seconda Domenica dopo Natale cade il 6 Gennaio, giorno dell’Epifania del Signore.

Epifania vuol dire manifestazione del Signore, infatti fino a quel momento erano stati solo i vicini ad essere coinvolti nell’evento adesso lo sono anche i lontani, nella persona dei santi Magi (Mt 2,1-12).

Di questi illustri personaggi conosciamo molto poco, più che altro è la tradizione che ha arricchito le loro figure per renderle più affascinanti. Era gente tosta, quasi spericolata: partire da lontano dietro un segnale luminoso nel cielo per dirigersi chissà dove; perfino già sicuri di raggiungere la meta, tanto da portare doni al grande bambino!

Tutto parte da una stella: stella che orienta, stella che guida, stella che conduce … ma solo per chi sa alzare lo sguardo. Essi hanno alzato lo sguardo e si sono lasciati conquistare, hanno osato andare oltre, hanno scommesso sulla stella. Dopo un lungo cammino, fatto di deserti e di steppe, finalmente sono arrivati.

L’ultimo incidente di cammino proprio a Gerusalemme perché la stella scompare e loro chiedono informazioni alla persona sbagliata: Erode, re sanguinario.

Proprio lì nel palazzo di Erode assistiamo ad una scena curiosa: lui, il re agitato e sconvolto alla notizia di questa nascita, i sacerdoti e gli scribi immobili e passivi, solo loro, i tre spericolati, non si danno per vinti e riprendono il cammino dietro quella stella, che prontamente riappare.

E poi chi trovano? Solo una giovane coppia, una mamma che stringe fra le braccia un neonato, simile a tutti i neonati: quello è il mistero, la manifestazione. Dio è nascosto fra le piccole cose, anche per noi, è nascosto fra gli sguardi di chi abbiamo accanto.

Proprio per questo è necessario metterci in strada e camminare per cercare e scoprire. Chi non si muove non arriva da nessuna parte; è il cammino, con le sue difficoltà, che matura, che fa crescere, che rende creature in movimento.

Oggi accogliamo l’invito a lasciare le nostre presunte certezze per osare, per seguire le tante stelle che Dio mette sul nostro cammino, e alzare il nostro sguardo più in là del nostro naso per lasciarsi condurre soltanto da quella luce intramontabile.

Buona Domenica di Epifania. Don Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *