La Parola di Dio

Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno

Chi non si scarica mai è la Parola di Gesù: “Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno”.

Eccoci verso la fine dell’anno liturgico, che ci induce a considerare questo messaggio che Gesù rivolge a tutti noi, messaggio che sembra raccontare la fine del mondo mentre in realtà ci racconta il senso della storia (Mc 13,24-32).

Il linguaggio si serve di un genere letterario un po’ strano e immaginoso, sembra quasi da fantascienza: “Il sole e la luna si oscureranno e le stelle cadranno”. Non dobbiamo però fermarci ad una lettura superficiale che sembra annunciare catastrofi, quanto piuttosto considerare che c’è da uscire dai tempi brevi per spingere lo sguardo lontano: tutto si esaurisce, tutto nel mondo si scarica (le pile, i telefonini, le lampadine ….) anche gli astri del cielo che sembrano irremovibili. Chi non si scarica mai è la Parola di Gesù: “Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno”.

Il nostro tempo, quello che il Signore ci dà da vivere, è carico di responsabilità, perché sulla parola di Gesù siamo chiamati ad essere fedeli: questo ci deve bastare.

Al discepolo basta essere sicuro della parola del Maestro perché il cielo e la terra passeranno, ma le sue parole no. Noi quindi sappiamo bene cosa fare, e questo ci basta. Se siamo fedeli alla parola del Signore noi pure siamo destinati a non passare, ma a vivere sempre con lui Via, Verità e Vita!

Buona Domenica. Don Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *