La Parola di Dio

Vendi quello che hai, dallo ai poveri, e poi vieni!

Che cosa succede, cosa c’è che fa cambiare tutto?  Le parole di Gesù: “Vendi quello che hai, dallo ai poveri, e poi vieni!”.

Il Vangelo secondo Marco oggi ci presenta un brano che ci spinge a riflettere su ciò che rende davvero felice la vita dell’uomo (10,17-30).

Un tale corre incontro al Signore. Corre, con un gesto bello, pieno di slancio e desiderio. Ha grandi domande e grandi attese: vuole sapere se è vita o no la sua.

Gesù lo scruta negli occhi e lo ama; questo tale sente su di sé lo sguardo di Gesù, incrocia i suoi occhi amanti, fa un’esperienza da brivido! E se dovessi io continuare il racconto direi: adesso gli va dietro, adesso subisce l’incantesimo del Signore, non resiste a quegli occhi… Invece la conclusione del racconto va nella direzione opposta: che cosa succede, cosa c’è che fa cambiare tutto?

Le parole di Gesù: “Vendi quello che hai, dallo ai poveri, e poi vieni!”.

Eppure questo tizio era una persona corretta, osservante dei comandamenti, e poi cercava qualcosa che potesse maggiormente gratificare la sua vita!

I veri beni, il vero tesoro non sono le cose ma le persone, e non basta l’osservanza dei comandamenti: il ricco vive la beatitudine degli insoddisfatti cui manca sempre qualcosa, e quel qualcosa ci dice Gesù cos’è: condividere.

Quell’uomo non ha un nome, è un tale, di cui sappiamo solo che è molto ricco: il denaro si è mangiato il suo nome, per tutti è semplicemente “il giovane ricco”. Egli se ne va via “triste” perché non vuole rinunciare ai suoi beni! Non ha capito quali sono i suoi beni e rimane sconvolto davanti alla proposta di Gesù.

Noi dovremmo aver capito che seguire Gesù non è rinuncia ma vita moltiplicata, come nella risposta di Gesù a Pietro quando gli chiede cosa potrà avere in cambio per aver lasciato le sue cose ed essersi messo dietro a lui.

Il Vangelo chiede la rinuncia, ma solo di ciò che è zavorra che impedisce il volo.

Buona Domenica. Don Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *